La rivoluzione delle soluzioni digital: le virtual fair e wine di Advepa Communication. Intervista a Rossano Tiezzi

Il mondo del digital sta cambiando le nostre vite, trasformando l’impossibile nel nostro vissuto quotidiano e migliorando le esperienze legate alla comunicazione, alla conoscenza e alle emozioni. Le fiere virtuali hanno portato una ventata di cambiamento in mercati che sembravano in stallo dopo la pandemia di covid-19. Il mercato e il mondo del vino sono cambiati, sono migliorati, non soltanto nella produzione delle viticolture annuali ma anche nelle vendite. A testimoniarlo sono i dati forniti dall’edizione dello scorso ottobre di Vinitaly Special Edition, secondo cui il mercato italiano del vino ha migliorato le sue performance rispetto agli anni precedenti.

Digital e wine, due mondi uniti

Un chiaro esempio di come mondo del digital e mondo del wine collaborano oggi, in unico grande progetto, è la virtual expo 3D Vinophila, ideata da Lorenzo Biscontin di Labhornet e realizzata da Rossano Tiezzi, Direttore dell’azienda digitale Advepa Communication.

Advepa da anni si occupa di soluzioni digitali innovative, come Virtual & Augmented Reality, online marketing e progetti immersivi 3D. Abbiamo incontrato Rossano Tiezzi, per approfondire la sua visione innovativa su questi nuovi scenari che si intersecano e che aprono gli occhi al futuro.

 

Quali competenze occorrono per promuovere il mondo del digital e quali servono per promuovere quello del wine?

“Non è facile ad oggi promuovere e vendere le idee digital. Non tanto perché ci sia reticenza nei confronti di questo settore, quanto più perché vi è molta confusione. Mi sono accorto, in più di un’occasione, che spesso le persone chiedono un determinato prodotto ma in realtà quello che davvero vogliono è tutt’altro. Così per riuscire a promuovere al meglio il mondo digital l’unica competenza che conta è la conoscenza. Ovvero conoscere bene quello che siamo in grado di offrire e spiegarlo nella maniera più comprensibile, chiara ed evidente.”

“Differente il ragionamento da fare per il settore del wine. Sia di fronte ad un professionista che a un neofita incuriosito è possibile usare la stessa terminologia. Credo che in questo caso l’unica vera competenza che può fare la differenza tra te e un competitor sia la passione e l’amore che metti e riesci a trasmettere con le tue parole”

 

I due mondi come si possono unire, oggi? Tramite quali mezzi (per esempio)? E chi sarebbero gli utenti interessati?

“Eliminando le distanze che ci sono tra virtuale e reale permetteremo alle persone di vivere esperienze più ricche in modo facile e divertente. In questo modo digitale e reale diventeranno due facce della stessa medaglia. Uno spazio fisico e virtuale dove professionisti e consumatori potranno trovare contenuti rilevanti. Questa è un po’ la mission che con Advepa Communication e Vinophila cerchiamo di portare avanti offrendo una piattaforma di realtà immersiva 3D capace di trasportare il mondo fisico in una realtà virtuale che abbatte qualunque tipo di distanza fisica, geografica, di tempo e linguistica.”

“Produttori, cantine e aziende enogastronomiche hanno già manifestato interesse verso la nostra offerta. Con essa avranno l’opportunità di ampliare i propri confini di business. Un’esperienza che conquisterà anche i semplici appassionati.”


Su https://www.advepa.it/ e https://www.vinophila.com/ sono presenti tutti i dettagli e le informazioni utili su Advepa Communication e la virtual fair Vinophila.

Sebastiano Musmeci

Sebastiano Musmeci nasce a Palermo e ha conseguito due lauree, in Filosofia della Conoscenza e della Comunicazione e in Scienze della Comunicazione Pubblica, d'Impresa e Pubblicità, presso l'Università degli Studi di Palermo. Da sempre appassionato di tecnologia, digital e musica.