Swiss Virtual Expo, presentato il “supercervello” più potente al mondo

Tantissime le novità presentate all’interno di Swiss Virtual Expo, l’innovativa virtual fair di Ated-ICT Ticino che coinvolge quasi 200 aziende. Il Centro Svizzero di Calcolo Scientifico ha presentato un’anteprima virtuale di un nuovo supercomputer, il più potente al mondo, realizzato da HP e NVIDIA: ma quanto può una supermacchina del genere, basata sull’IA,  emulare un cervello umano?

IA vs cervello umano

La sfida cervello umano vs supercomputer è una delle più antiche, presente nei primi libri di fantascienza. Siamo giunti in un’epoca dove, effettivamente, le ricerche scientifiche hanno portato a scoperte assurde, inimmaginabili sessanta o settanta anni fa. Un supercomputer potrebbe emulare un cervello umano di 1,73 miliardi di cellule nervose e 10.400 miliardi di sinapsi, in un secondo, con l’aiuto di 82.944 processori. Il supercomputer K, prodotto dalla Fujitsu nel 2011, con quel numero di processori, c’è riuscito in 40 minuti. La strada è ancora lunga, dato che la nostra mente viene ancora oggi studiata e ne conosciamo molto poco.

Intervista ad Angela Schneebeli

La responsabile della comunicazione del Centro Svizzero di Calcolo Scientifico, ci ha spiegato come il progetto riguardante “Alps” riguarda un mondo sostenibile ed avanzato, in quanto l’hardware utilizzato all’interno del supercomputer servirà a risolvere nuovi problemi scientifici, per meglio capire il mondo che ci circonda e le sue operazioni più complesse. Ricordiamo che il supercomputer “Alps” viene presentato, in anteprima,  all’interno di Swiss Virtual Expo, virtual fair vincitrice del Premio Grand Prix Möbius 2021.

Questo interessante argomento riguarda il nostro mondo, oggi, ed il futuro del virtuale e delle scoperte scientifiche. Per leggere l’intervista completa alla responsabile della comunicazione del CSCS, basta cliccare sul link seguente, “Alps” su Swiss Virtual Expo.